Come fare per guidare: Tecniche di neuro copywriting

Usa l'intelligenza artificiale per scrivere più velocemente testi di marketing ad alte prestazioni. 10 volte più veloce.

Prova il copywriter AI di neuroflash con il piano gratuito.
Share This Post

La programmazione neuro linguistica (NPL) studia il linguaggio del cervello e trova informazioni su come il linguaggio possa innescare determinate azioni, emozioni e quindi vendite. Il neuro copywriting si concentra maggiormente su una prospettiva scientifica del copywriting. Invece di scrivere semplicemente un copywriting creativo, il neuro copywriting utilizza determinati trigger linguistici per provocare cambiamenti comportamentali. Vuoi imparare a usare correttamente il neuro copywriting per aumentare le vendite? Allora non devi cercare altro! Qui imparerai 11 tecniche di neuro copywriting per aumentare la conversione e il coinvolgimento!

1. Frasi che diffondono un sentimento positivo piuttosto che negativo

Le persone preferiscono il pensiero positivo a quello negativo. I diversi scenari possono sempre essere visti dal lato positivo o negativo, proprio come la domanda “Il bicchiere è mezzo vuoto o mezzo pieno?”. Se fornisci informazioni positive sul tuo prodotto, il lettore si sentirà più a suo agio con il prodotto e l’azienda.


Ad esempio: È stato condotto uno studio in cui le persone hanno reagito negativamente al titolo “manzo macinato al 25% di grasso”, mentre hanno reagito positivamente al titolo “manzo macinato al 75% di magro”, che sono entrambi esattamente la stessa cosa. Ricorda quindi di presentare i tuoi vantaggi.



2. “C’era una volta…”

Il processo di acquisto di beni e servizi è un processo molto emotivo, ecco perché il neuro copywriting è così utile! A prescindere dal genere, le storie influenzano le persone ed evocano le loro emozioni in qualche modo. Le persone amano sempre una bella storia in cui possono trovare la possibilità di evadere dalla realtà. Inoltre, cattura meglio l’attenzione delle persone, che cercano di immedesimarsi nella storia e nei panni del personaggio. La lettura di una storia attiva diverse parti del cervello: in questo caso è importante trovare una storia che sia interessante e con cui la maggior parte delle persone possa relazionarsi.

  • Accoppiamento neurale: Il lettore è in grado di mettersi nei panni dei personaggi e di adattare la storia alle proprie idee ed esperienze.

  • Mirroring: I lettori sperimenteranno tutti un’attività cerebrale simile

  • Dopamina: La dopamina viene rilasciata nel corpo del lettore quando prova emozioni per ricordare meglio la storia.

  • Attività della corteccia: molte cortecce possono essere attivate durante l’elaborazione dei fatti.


Esistono molte tecniche di neuro copywriting su come scrivere una buona storia:

  • Situazione identica: Scrivi una storia in cui la situazione è simile a quella dei lettori. Scatenerà in loro determinate emozioni. Dovresti quindi trovare un finale positivo o una soluzione al loro problema per farli sentire come se avessero bisogno del tuo prodotto per sbarazzarsi del loro problema.

  • Bene vs. male: mostra come le persone che non hanno il prodotto o il servizio non riescono a sfruttare appieno il loro potenziale, mentre le persone che hanno il prodotto o il servizio cavalcano l’onda del successo.

  • Usa le metafore: Si tratta di un espediente stilistico simile a una similitudine per dipingere un’immagine, in modo che i lettori possano immaginare meglio ciò che lo scrittore sta dicendo.

  • La storia dell’eroe: La storia dell’eroe inizia sempre con un’avventura, poi supera gli ostacoli e alla fine si trasforma in un vincitore. Questo modo di raccontare è particolarmente accattivante, perché alle persone piace identificarsi con un eroe.

Neuro Copywriting buona storia
Fonte: Jack Daniels

3. Parole di potere che scatenano emozioni

Come già detto, il processo di acquisto si basa sulle emozioni. Utilizzando parole di potere possono scatenare molte emozioni nei lettori e farli riflettere direttamente su diverse immagini. Se leggi la parola “prigione” pensi subito a sbarre, uomini in tuta arancione e guardie di sicurezza, giusto? E se si legge la parola “New York”? Penseresti subito a grattacieli, taxi gialli e un sacco di gente indaffarata che corre, non è vero?
Vedi, le parole sono più potenti di quanto pensi. Ci sono parole di potere positive che puoi usare nel tuo copywriting. Per questo puoi utilizzare il nostro strumento neuroflash. Qui puoi impostare come obiettivo “felice” per studiare se la parola che vuoi usare dà al lettore una sensazione di felicità. Puoi testare diverse parole e associazioni. Ad esempio, nell’immagine #2 puoi notare che abbiamo utilizzato cinque diversi oggetti e le parole di ognuno di questi oggetti scatenano emozioni diverse. In questo caso volevo sapere quale fosse l’oggetto considerato più felice, che in questo caso era il terzo oggetto “la guida perfetta per ottimizzare il tuo sito web”. Le parole positive perfect, guide e optimize danno al lettore una sensazione positiva e felice. Questo è l’obiettivo che vuoi raggiungere con il cliente. Puoi farlo anche per singole parole.

headline happy

4. Usa il primer

Il priming si riferisce all’influenza sull’elaborazione di uno stimolo. Nella maggior parte dei casi, uno stimolo precedente ha attivato determinati ricordi. Il collegamento tra lo stimolo e il ricordo avviene spesso in modo inconsapevole. Come usarlo nel neuro copywriting?
Prepara il lettore a ciò che stai per dire, accennando sottilmente al tuo prossimo punto prima di parlarne effettivamente, in modo che se lo aspetti già. È anche importante affrontare i problemi all’inizio per far sì che il lettore si aspetti una soluzione alla fine. Infine, usa subito le parole chiave per creare idee ed emozioni specifiche.

Priming del neuro copywriting
Fonte: McDonald's

5. Ordine di scrittura chiaro

Nella vita tutto ha bisogno di un ordine per poter essere superato. Lo stesso vale per il tuo copywriting. Se non segui un ordine corretto, tutto sembrerà caotico e i tuoi lettori non saranno in grado di seguirti correttamente. Questo potrebbe anche metterti in difficoltà, perché il lettore assocerà il caos alla tua azienda e quindi non acquisterà nulla da te. Quindi, non saltare da un punto all’altro, ma pensa piuttosto al modo in cui un cliente penserebbe e a quale punto si adatterebbe in modo appropriato. È questo che crea un flusso per i tuoi potenziali clienti.

Questo dovrebbe essere più o meno il tuo ordine:

  • Un titolo accattivante

  • Caratteristiche e vantaggi secondo

  • Punto di vendita unico e giustificazione del prezzo

  • Politica di rimborso

  • Recensioni

  • Invito all’azione
Neuro Copywriting Ordine di scrittura chiaro
Fonte: Amazon


6. Riconoscere i punti dolenti e trovare soluzioni

Molti copywriter potrebbero pensare che parlare dei punti dolenti e dei problemi dei clienti produca solo emozioni negative. Ma lascia che ti dica che non è così! Riconoscere i problemi dei clienti creerà un sentimento di simpatia nei loro confronti, facendoli sentire ascoltati e assistiti, che si trasformerà in un sentimento di simpatia nei confronti della tua azienda. Quindi, dovresti affrontare questi punti dolenti all’inizio e poi procedere a trovare soluzioni per i tuoi potenziali clienti.

Punti dolenti del neuro copywriting
Fonte: Bufferin

7. Promuovere nuove esperienze

Le persone non amano rimanere bloccate nella routine, amano sperimentare cose nuove. Che si tratti di nuove ispirazioni, ricordi, emozioni, puoi catturare il tuo lettore con nuove esperienze. Sii davvero creativo nel proporre questo servizio ai tuoi potenziali clienti e non dimenticare di collegarlo al tuo prodotto e alla tua azienda.

Nuova esperienza di Neuro Copywriting
Fonte: Headspace: Headspace

8. La paura motiva

“30% di sconto su tutto solo fino alle 19 di oggi”. È un buon esempio di copywriting che fa provare alle persone la paura di perdersi. La maggior parte di loro poi procede a riempire il carrello e a fare il check-out il giorno stesso, perché teme che, se non lo fa prima delle 19:00, non potrà più usufruire dello sconto del 30%. Puoi anche usare la paura di qualcosa di sconosciuto, perché le persone vogliono sempre essere aggiornate e sono curiose, quindi procederanno cliccando su quel link.

Neuro Copywriting paura di perdersi
Fonte. SHEIN

9. Le persone si concentrano sull’inizio e sulla fine

Il cervello è una cosa strana. Di solito si concentra solo sull’inizio e sulla fine perché è difficile mantenere la concentrazione per troppo tempo. Quindi dovresti avere un copy molto breve, oppure assicurarti di mettere le cose più importanti all’inizio, soprattutto il titolo, e alla fine (call to action).

10. Giocare con i sensi

Tatto, olfatto, gusto, vista e udito: questi sono i sensi umani. È incredibile, ma con le parole sei in grado di giocare con questi sensi facendo in modo che le persone sperimentino questi sensi e vogliano quindi acquistare il tuo prodotto. Pensa che parole come “pizza saporita e deliziosa” ti fanno venire l’acquolina in bocca, mentre “pizza” ti fa venire in mente solo un’immagine. Oppure quando si descrivono i detersivi per il bucato come fioriti, freschi e piacevoli, si sente quasi il profumo della freschezza dei vestiti nuovi. In questo caso è importante giocare con esempi che le persone conoscono e hanno già sperimentato, altrimenti non troverebbero un collegamento tra le parole e i loro sensi.

Sensi di neuro copywriting
Mc Donald's

11. Attieniti alla verità

Essere oggetto di bugie può essere una delle più grandi rotture di scatole nelle relazioni. Questo include le relazioni tra i clienti e l’azienda. Sì, certo, a volte è necessario esagerare per far risaltare il tuo prodotto o servizio, ma è di fondamentale importanza essere sinceri. Quindi, non creare funzioni che non ci sono, solo per vendere il tuo prodotto, perché vuoi che il tuo cliente sia felice di tornare, e il passaparola può danneggiare la tua attività più di quanto pensi. Pensa a tutte le recensioni su Amazon che hai consultato per verificare la bontà o meno del prodotto. Se ha un numero esiguo di stelle e le recensioni sono per lo più negative, perché hai promesso qualcosa che non hai potuto mantenere, allora anche gli altri non lo acquisteranno.



Il neuro copywriting è un fenomeno nuovo, ma non va sottovalutato. La maggior parte dei copywriter si affida alla propria creatività per convincere i potenziali clienti, tuttavia un numero maggiore di persone dovrebbe considerare i vantaggi dell’utilizzo di tecniche di neuro copywriting. Il nostro strumento di neuroflash fa esattamente questo: creare copywriting basato sulla neurotecnologia. Se senti di aver bisogno di ispirazione o di supporto per essere creativo, non esitare a provare gratuitamente il nostro strumento! Il nostro generatore di oggetti per newsletter basato sull’intelligenza artificiale crea molte versioni di un oggetto o di un titolo. Poi convalida ogni opzione mostrandoti di quanto aumenterebbe il tuo tasso di apertura (come mostrato qui sotto).

app 4

Un’altra opzione è quella di esplorare una determinata parola. Vuoi verificare quali associazioni ha la parola “fiducia”? Puoi farlo con il nostro strumento! Inserisci le parole chiave che vuoi esplorare e troverai molte parole associate alla fiducia.

power words trust exploring

Usa l'intelligenza artificiale per scrivere più velocemente testi di marketing ad alte prestazioni. 10 volte più veloce.

Prova il copywriter AI di neuroflash con il piano gratuito.

More To Explore

Niente più blocco dello scrittore

neurolfash-aiwriter

Usa la nostra AI per generare nuovi contenuti in pochi secondi e gratuitamente.