🎈 Il nostro 2° compleanno - ottenete uno sconto del 20% su tutti i piani annuali e l'accesso alle tecnologie come GPT-4o

giorni
ore
minuti
giorni
ore
minuti

L’elenco definitivo dei termini del marketing digitale

Indice dei contenuti

Il marketing digitale è complesso, ma grazie a questo elenco di termini di marketing digitale, riuscirai a comprenderne rapidamente le basi.

Non sai cos’è un imbuto? Non sai nulla di SEO e contenuti? Allora sei nel posto giusto! In questo blog post troverai l’elenco definitivo dei termini del marketing digitale con tanto di spiegazione. Così potrai dire la tua in un batter d’occhio quando si tratta di marketing online.

https://app.neuro-flash.com/ai-images

Marketing sui motori di ricerca

Il marketing sui motori di ricerca, comunemente noto come SEM, è il termine che racchiude tutte le attività volte a far sì che un sito web si posizioni più in alto nei risultati dei motori di ricerca (come Google o Bing).

SEO

La SEO si riferisce all’ottimizzazione di un sito web per i motori di ricerca. L’obiettivo è quello di apparire in alto nei risultati di ricerca per attirare più visitatori del sito web. Ciò comporta fattori on-page come l’uso corretto delle parole chiave e l’ottimizzazione dei meta, ma anche fattori off-page come i backlink e i segnali dei social media. Una buona ottimizzazione per i motori di ricerca è importante, perché altrimenti un sito web, per quanto valido, potrebbe passare completamente inosservato.

MARE

SEA è l’abbreviazione di Search Engine Advertising (pubblicità sui motori di ricerca) e si riferisce al tipo di pubblicità in cui gli annunci vengono inseriti nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca. Gli annunci possono apparire in posizioni diverse, a seconda dell’importo pagato dall’azienda per la pubblicità. Il pagamento viene solitamente effettuato per ogni click sull’annuncio (pay-per-click, in breve PPC). Nel complesso, la SEA è un modo molto efficace per attirare nuovi clienti e aumentare la visibilità di un’azienda. Il targeting può garantire che gli annunci vengano visti solo da potenziali clienti.

Backlink

Un backlink è un collegamento da una pagina web a un’altra. Il numero di backlink che puntano a una pagina è un forte indicatore della sua popolarità e influisce direttamente sul suo posizionamento nei motori di ricerca. Più siti web di alta qualità linkano i tuoi contenuti, meglio è! Naturalmente, i backlink possono essere generati anche da te, ad esempio attraverso post di ospiti o recensioni di prodotti.

Frequenza di rimbalzo

La frequenza di rimbalzo è una metrica importante per l’analisi dei siti web. Si tratta del numero di visitatori che arrivano su un sito web e poi se ne vanno subito senza interagire o cercare ulteriori informazioni. Le cause di un’alta frequenza di rimbalzo possono essere molteplici: da una cattiva navigazione a contenuti inaffidabili, fino a una cattiva progettazione dell’esperienza utente. Anche gli errori tecnici, come i lunghi tempi di caricamento o i problemi del browser, possono indurre gli utenti ad abbandonare immediatamente la pagina.

Parole chiave

Una parola chiave è una parola o una frase utilizzata dagli utenti nei motori di ricerca (come Google) per trovare informazioni su un determinato argomento. L’uso delle parole chiave giuste può aiutare a rendere i contenuti più scopribili e visibili.

Pagina di atterraggio

Una landing page è una pagina web su cui un visitatore “atterra” quando arriva alla pagina tramite un link. La landing page deve essere sviluppata specificamente per questo visitatore e condurlo a destinazione nel modo più rapido e semplice possibile (ad esempio per la conversione).

Meta tag

Un meta tag è una parola o una frase inserita nel codice di una pagina web per fornire informazioni sul documento descritto. I tag vengono letti dal browser, ma non visualizzati. Di solito, un meta tag viene inserito nell’intestazione di una pagina HTML. I motori di ricerca utilizzano i meta tag per indicizzare le pagine web e possono anche visualizzarli come risultati di ricerca.

Fuori pagina

La SEO off-page si riferisce a tutti gli aspetti della SEO che non avvengono direttamente sul sito web. Al contrario, la strategia off-page si concentra sull’utilizzo di siti web esterni per migliorare la visibilità e il posizionamento del tuo sito nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca (SERP). Questo include azioni come la creazione di backlink, la condivisione di post sui social media e la creazione di contenuti per gli autori ospiti.

Sulla pagina

L’ottimizzazione on-page si riferisce a tutte le azioni eseguite direttamente sul sito web per migliorare la ricerca e quindi aumentare la visibilità nei risultati di ricerca. Questo include l’ottimizzazione dei meta tag, l’ottimizzazione dei tag title, la creazione di backlink e molto altro ancora.

Visite alla pagina

Le visite di pagina sono il numero di visite che un sito web riceve. Il numero di visite alle pagine può essere un indicatore della popolarità di un sito web.

Pay per click (PPC)

Con il pay-per-click, noto anche come PPC, gli inserzionisti pagano per ogni click sui loro annunci.

Classifica

Il termine “ranking” indica la posizione o la valutazione di una pagina web nei risultati di un motore di ricerca. Il posizionamento dei risultati di ricerca è determinato da algoritmi basati sul contenuto della pagina e su altri fattori.

SERP (Risultati di ricerca)

SERP è l’acronimo di “Search Engine Results Page” (pagina dei risultati dei motori di ricerca) e si riferisce alla pagina in cui vengono visualizzati i risultati di un motore di ricerca. La SERP contiene solitamente dieci risultati di ricerca organici ed è quindi la prima pagina su cui gli utenti atterrano quando cercano qualcosa.

Tag del titolo

Il tag title è un tag HTML che specifica il titolo di una pagina web. Il tag title viene utilizzato dai motori di ricerca per determinare la pertinenza di una pagina rispetto a un particolare termine di ricerca.

Marketing sui social media

https://unsplash.com/photos/9e9PD9blAto

Il social media marketing è l’utilizzo di social network come Facebook, Twitter e Instagram per promuovere un’azienda o un marchio. Ciò comporta la condivisione di contenuti pertinenti e interessanti per il gruppo target di riferimento. Anche la condivisione di opinioni ed esperienze è un aspetto importante del social media marketing.

Marketing dei contenuti

Il content marketing è la creazione e la distribuzione di contenuti con l’obiettivo di attirare e/o fidelizzare i clienti. I contenuti possono essere di vario tipo: da articoli di blog e video a podcast o infografiche. È importante che siano pertinenti e interessanti per il gruppo target. Perché è l’unico modo per farli leggere, vedere o ascoltare.

Gamma

La portata è il numero di persone che vedono un determinato contenuto. Più alta è la portata, più persone possono vedere e interagire con i contenuti.

Stroytelling

Lo storytelling è l’arte di raccontare storie per promuovere prodotti e marchi. Le storie migliori sono emotivamente coinvolgenti e raccontate in un modo avvincente che permette allo spettatore di identificarsi con il protagonista.

Influencer Marketing

L’influencer marketing è una forma di marketing digitale in cui le aziende collaborano con gli influencer per far conoscere il proprio marchio, i propri prodotti o servizi. Gli influencer sono persone con una grande presenza online che sono in grado di raggiungere un numero corrispondente di persone e di entusiasmarle per un particolare argomento o marchio. Lavorare con gli influencer può aiutare a far conoscere un’azienda in modo più rapido ed efficace rispetto alle iniziative di marketing tradizionali.

Marketing via e-mail

L’email marketing è l’uso della posta elettronica a scopo di marketing o pubblicità. Con l’email marketing, le aziende possono attrarre, conservare e informare i clienti utilizzando messaggi personalizzati o non personalizzati.

Marketing di affiliazione

Il marketing di affiliazione è un modello in cui le aziende pubblicizzano prodotti e servizi tramite editori esterni in cambio di una commissione. Il rapporto tra commerciante (azienda) e affiliato (editore esterno) è solitamente gestito da un network che stabilisce i contatti con i commercianti e gestisce i pagamenti.

Pubblicità su display

https://unsplash.com/photos/vll0Bb04XTc

La pubblicità display è una forma di marketing online in cui le aziende inseriscono annunci sui siti web e nelle app per attirare l’attenzione sui loro prodotti e servizi. Gli annunci display sono spesso visualizzati sotto forma di banner e possono contenere testo, immagini, video o elementi interattivi.

Ad Click

Quando qualcuno fa clic su un annuncio, viene chiamato anche “clic pubblicitario”. Questo significa che la persona è interessata al prodotto o al servizio e vuole ricevere maggiori informazioni. Per questo motivo le aziende progettano i loro annunci in modo tale da attirare l’attenzione degli utenti che, di conseguenza, cliccano su di essi.

Impressione pubblicitaria

Un’impressione pubblicitaria è una qualsiasi riproduzione di un annuncio su un social network o un sito web. A differenza di un Ad Click, un Ad Impression può essere una visualizzazione non intenzionale. Questa metrica è importante per determinare la frequenza con cui l’annuncio è stato effettivamente visto e da chi.

Tasso di click-through (CTR)

Il tasso di click-through (CTR) misura il rapporto tra i click su un annuncio e le impressioni generate dall’annuncio stesso. Il CTR è particolarmente utile per misurare l’impatto della pubblicità online e aiuta le aziende a valutare l’efficacia delle loro campagne.

Costo per azione (CPA)

Il costo per azione, noto anche come costo per acquisizione, è un modello di prezzo per la pubblicità online in cui l’inserzionista paga per l’inserimento di un annuncio solo quando l’utente compie un’azione specifica. Questa azione può essere, ad esempio, un acquisto, una registrazione o un download.

Costo per impressione (CPI)

Il costo per impressione (CPM) è un modello di tariffazione per la pubblicità online in cui l’operatore pubblicitario viene addebitato in base alle impressioni visualizzate. La fatturazione si basa sul costo per mille impressioni (CPM), motivo per cui questo modello è noto anche come costo per mille. Il CPM è considerato il modello di prezzo standard per la fatturazione della pubblicità display e spesso compete con il cosiddetto pay per click (PPC).

Costo per lead (CPL)

Il costo per lead (CPL) è una metrica del marketing digitale che indica quanto costa acquisire un potenziale cliente. Il CPL si calcola dividendo il costo totale di una campagna per il numero di nuovi clienti acquisiti.

Se hai bisogno di una piccola pausa dalla lettura, puoi anche guardare i seguenti video e ascoltare in modo rilassato:

Altri termini di marketing digitale:

https://app.neuro-flash.com/ai-images

Test A/B

Un test in cui due o più versioni di un sito web o di un’offerta online vengono messe a confronto per determinare quale versione produce i risultati migliori.

Consapevolezza del marchio

La consapevolezza del marchio si riferisce alla percezione e al riconoscimento di un marchio. Più alta è la brand awareness, più le persone conoscono il marchio e lo associano a una particolare immagine o prodotto. La consapevolezza del marchio è quindi strettamente legata al riconoscimento del marchio. Una campagna di marketing di successo può portare a un aumento della brand awareness e a un maggior numero di persone che notano o ricordano il marchio.

Call-to-action

Una call-to-action (CTA) è un invito all’azione inserito in una pagina web o in una pubblicità. Le CTA devono essere chiare e concise e dire agli utenti esattamente cosa fare. Esempi di CTA sono: “Clicca qui”, “Iscriviti ora” o “Acquista ora”.

Clickbait

Clickbait è un termine che di solito ha una connotazione negativa e si riferisce a contenuti che servono solo a generare click. Spesso questi contenuti sono esagerati o fuorvianti e non offrono alcun valore aggiunto al lettore.

Tasso di conversione

Il tasso di conversione è una metrica che indica quanti visitatori di un sito web vengono convertiti in clienti o lead. Le conversioni si riferiscono a specifiche azioni mirate che i visitatori del sito web devono compiere, come la compilazione di un modulo di contatto o l’acquisto di un prodotto dal tuo negozio online.

Biscotto

Un cookie è un piccolo pezzo di testo che viene memorizzato sul tuo computer da un sito web. I cookie vengono utilizzati per riconoscere gli utenti e tracciare l’utilizzo di un sito web.

Viaggio del cliente

Il customer journey si riferisce alla serie di passi che un cliente compie durante l’acquisto di un prodotto o di un servizio. Questo include la ricerca del prodotto o del servizio, il confronto delle opzioni, la decisione di acquisto e l’esperienza post-acquisto. Il percorso del cliente può svolgersi online o offline.

Gestione delle relazioni con i clienti (CRM)

CRM è l’acronimo di Customer Relationship Management (gestione delle relazioni con i clienti) e si riferisce al metodo con cui un’azienda mantiene le relazioni con i propri clienti. Il settore del marketing digitale ha ampliato il concetto di CRM, utilizzandolo per mantenere le relazioni con i potenziali clienti (prospect) e per interagire con altri prospect sul mercato.

Media guadagnati

Nel mondo del marketing digitale, il termine “earned media” indica tutti gli articoli, le recensioni, le menzioni e le opinioni su aziende o prodotti scritti da una seconda parte, senza che quest’ultima sia intervenuta direttamente nel contenuto. L’impatto dei media guadagnati può essere potente: una recensione positiva può potenzialmente portare i clienti ad acquistare un prodotto; una recensione negativa può dissuaderli.

Valore emotivo

Il valore emotivo è l’idea che un’azienda o un marchio offra più dei semplici vantaggi dei suoi prodotti o servizi. Si tratta anche dei sentimenti e delle emozioni che le persone associano all’azienda o al marchio. Ad esempio, un marchio di giocattoli per bambini potrebbe avere un valore emotivo perché dà speranza ai bambini o insegna loro a fare amicizia.

Imbuto

Un imbuto, nel contesto del marketing digitale, è una serie di fasi che un cliente o un potenziale cliente attraversa quando si relaziona con un’azienda e i suoi prodotti o servizi. Il termine “imbuto” deriva dal fatto che il numero di persone che passano attraverso ogni fase di solito diminuisce.

La prima fase dell’imbuto è la consapevolezza: In questa fase il cliente viene messo a conoscenza dell’azienda e dei suoi prodotti o servizi.

La seconda fase è quella dell’interesse: In questa fase, il cliente percepisce di più sull’azienda e sui suoi prodotti o servizi ed eventualmente inizia a interessarsi ad essi.

La terza fase è quella dell’azione: In questa fase, il cliente decide se contattare l’azienda, acquistare un prodotto o utilizzare un servizio.

Porta

I lead sono i contatti che hai ottenuto grazie ai tuoi sforzi di marketing. Ad esempio, i visitatori di un sito web che si sono iscritti a una newsletter o hanno scaricato un eBook gratuito. Una volta che un potenziale cliente è entrato in contatto con il tuo marchio e ha espresso interesse, è un lead.

Multicanale

Per multicanalità si intende l’utilizzo di più canali per coinvolgere il pubblico di riferimento. Questi canali possono essere online (ad esempio, sito web, e-mail) o offline (ad esempio, TV, radio, stampa).

Media di proprietà

I media di proprietà si riferiscono a tutti i contenuti che un marchio produce e controlla autonomamente. Questi includono, ad esempio, siti web, blog, podcast, newsletter via e-mail, ecc. I vantaggi dei media di proprietà sono che sono relativamente poco costosi, possono raggiungere una portata elevata e possono controllare completamente il marchio.

Media a pagamento

Paid Media è un termine collettivo che indica tutte le azioni intraprese per pubblicizzare il tuo sito web o la tua attività su siti o piattaforme esterne. Può trattarsi di annunci display, Google Ads o Facebook Ads. I Paid Media sono opposti agli Owned Media e agli Earned Media.

Retargeting

Il retargeting è il raggiungimento mirato di clienti che sono già entrati in contatto con il tuo marchio ma che non hanno ancora convertito. Questa tecnica viene spesso chiamata remarketing.

Punti di contatto

I touchpoint sono tutti i momenti in cui un cliente entra in contatto con il tuo marchio. Può trattarsi di punti di contatto fisici, come quando tengono in mano uno dei tuoi prodotti o passano davanti a una delle tue vetrine. Ma anche i touchpoint digitali ne fanno parte, come quando clicca su un annuncio o visita il tuo profilo aziendale.

Traffico

Il traffico si riferisce al numero di visitatori di un sito web o di un negozio online. Il traffico può essere aumentato attraverso la pubblicità, ad esempio con Google Ads. Anche le ricerche organiche nei motori di ricerca come Google portano più traffico su una pagina. Quindi un traffico elevato non equivale necessariamente a vendite o conversioni elevate.

Web 2.0

Il Web 2.0 si riferisce alla seconda generazione del World Wide Web, che si basa su siti web interattivi e collaborativi. Il concetto di Web 2.0 è emerso a metà degli anni ’90 con la nascita del World Wide Web come sfera pubblica e si è poi diffuso a partire dal 2000 con le prime applicazioni web come blog, wiki e social network.

Se questi termini di marketing digitale non ti bastano, ecco un glossario di termini ancora più rilevanti.

Se invece vuoi saperne di più sulle basi del marketing digitale e approfondire i compiti di un digital marketing manager, puoi continuare a leggere qui.

Domande e risposte frequenti

Che cos'è il marketing digitale?

Il marketing digitale è la commercializzazione di prodotti o servizi attraverso i canali digitali.

Quali sono i tipi di marketing digitale?

I tipi più comuni di marketing digitale sono il search engine marketing, il social media marketing, il content marketing e l’affiliate marketing.

Che cos'è un obiettivo di marketing digitale?

Un obiettivo di marketing digitale è un traguardo che vuoi raggiungere con la tua strategia di marketing digitale. Esempi di obiettivi di marketing digitale sono l’aumento del traffico sul sito web, l’incremento dei tassi di conversione o la generazione di nuovi contatti.

Consigli utili

  1. SEO: L’ottimizzazione per i motori di ricerca è una parte essenziale del marketing digitale. Si tratta di ottimizzare il tuo sito web e i suoi contenuti per i motori di ricerca, in modo che il tuo sito appaia in alto nei risultati di ricerca.

  2. Social Media Marketing:
    Utilizzare i social media come Facebook, Twitter e LinkedIn per entrare in contatto con il tuo pubblico di riferimento e informarlo sulla tua attività e sui tuoi prodotti o servizi.

  3. Content Marketing:
    Una parte importante del marketing digitale è la creazione di contenuti di qualità che siano rilevanti per il tuo pubblico di riferimento e che lo portino a conoscere il tuo sito web o la tua attività.
  4. Marketing di affiliazione: L’utilizzo di partner o affiliati per offrire prodotti o servizi. Questi ricevono una commissione per ogni acquirente che indirizzano all’azienda.

  5. Email marketing:
    Una forma diretta di marketing in cui si inviano e-mail ai propri clienti o potenziali tali per informarli di novità, offerte o altre informazioni.

In sintesi, ci sono molti termini da conoscere nel mondo del marketing digitale. Tuttavia, questo elenco non è affatto completo e nuovi termini verranno aggiunti di continuo. Ma con i termini di marketing digitale elencati qui, dovresti iniziare bene.

Condividi questo post:

Ciao👋 è bello averti qui

Genera testi e immagini AI gratuitamente ogni mese! Inclusi chatbot, estensione del browser, analisi SEO e altro ancora.

Riproduci video

OGNI MESE 2000 PAROLE GRATIS.
BASTA REGISTRARSI E PROVARLO.

Create contenuti con l'intelligenza artificiale di neuroflash. 10 volte più veloce

Utilizzate la nostra AI per generare testi e immagini ogni mese, gratuitamente. Iscriviti senza carta di credito.

Ancora più contenuti dal blog di neuroflash

Scoprite neuroflash in azione con il nostro tour del prodotto

Create click-worthy content with ContentFlash

Erzeuge klickstarke Inhalte mit ContentFlash